Il nostro microbiota cambia con l’età?

Nell’ultimo decennio, le tecniche sempre più avanzate di metagenomica ci hanno permesso di caratterizzare e descrivere il microbiota umano in tutte le fasi del ciclo vitale.

La risposta alla domanda di oggi è sì: il microbiota cambia con l’età, si evolve con noi e con il nostro stile di vita. Questa grafica, adattata da uno studio di Ottman et al. (Frontiers in Cellular and Infection Microbiology, 2012), ci fornisce una panoramica piuttosto dettagliata.

Alla nascita, il nostro microbiota è molto povero e caratterizzato dalla presenza di poche specie batteriche, principalmente bifidobatteri. Esso subisce una prima perturbazione proprio durante il parto: sia esso cesareo o naturale, permette il contatto tra il nascituro ed il mondo esterno, con una prima colonizzazione “esterna” del suo ambiente intestinale. Il secondo e fondamentale step nell’evoluzione del nostro microbiota è determinato invece dal tipo di alimentazione nei primi mesi di vita. L’allattamento al seno favorisce infatti lo sviluppo di una popolazione microbica più variegata rispetto a quello in formula, con una maggior prevalenza di batteri appartenenti alla specie Bifidobacterium breve, in grado di metabolizzare gli oligosaccaridi contenuti nel latte. Anche il passaggio al cibo solido rappresenta un tassello fondamentale nello sviluppo microbico. L’introduzione di nuove fonti alimentari permette al microbiota intestinale di diversificarsi, utilizzando in modo selettivo i nutrienti che costituiscono la dieta.

Da questo momento in poi, il nostro microbiota continua ad evolversi, in base a diversi fattori che includono stile di vita, abitudini alimentari, presenza di disturbi infiammatori o infezioni. In sé, il processo di invecchiamento sembrerebbe non giovare alla composizione microbica intestinale, con una perdita progressiva di biodiversità. È importante però considerare che, crescendo, i fattori in grado di influenzare il microbiota intestinale aumentano esponenzialmente, complicando un quadro già sufficientemente intricato: per questo motivo, ulteriori studi sono necessari per comprendere pienamente il funzionamento di questo ecosistema così affascinante.

Vuoi supportare il tuo microbiota con un prebiotico specifico? Prova Fibrafurba! A base di fibra di acacia biologica e glutammina, un amminoacido perfetto per sostenere la funzionalità della barriera intestinale.

L’ESPERTO RISPONDE
Ricevi il 10% di sconto
0
    0
    Carrello
    Il carrello è vuotoRitorna al negozio